PARROCCHIA SACRO CUORE IN SANTA MARIA DI GESU’ MAZARA: A.C.G., Let’s start – E’ ora di scoprire la bellezza

“ Let’s start – E’ ora di scoprire la bellezza”

I giovani della parrocchia Sacro Cuore In Santa Maria di Gesù di Mazara del Vallo (TP) sabato 16 novembre 2019 hanno iniziato il proprio anno associativo.

Accompagnati dal brano biblico di Mt. 25, 31-46 “Lo avete fatto a me” dove l’evangelista Matteo ci ricorda che saremo giudicati sullo stile delle beatitudini, su quell’amore capace di far sorgere nell’altro lo sguardo amorevole del Signore i giovanissimi quest’anno cercheranno di vivere il presente riscoprendo la loro bellezza.

Vivere il presente per i giovani è una delle maggiori fatiche da affrontare perché spesso si vedono realizzati soltanto guardando al futuro. Per aiutarli a scoprire quindi la bellezza del presente il gruppo educatori A.C.G. ha pensato di far intervenire all’incontro la Dott.ssa Maria Russo, Psicoterapeuta, Psicodrammatista, esperta in dinamiche adolescenziali.

Grazie alla Dott.ssa Russo il gruppo ha potuto sperimentare dinamiche relazionali che sono servite a far uscire fuori le proprie emozioni, sensazioni, insicurezze. Tecniche che hanno permesso loro di spogliarsi dalle proprie paure guardandosi negli occhi tra di loro e dire reciprocamente: “Ecco io ci sono perché ti vedo”. Disposti in cerchio, ha spiegato la dott.ssa fa sentire tutti uguali agli altri, tutti alla stessa distanza dal centro, tutti che hanno qualcosa da ricevere e nello stesso tempo da dare.

<<I nostri giovani sono liberi di partecipare alla vita sociale che ci circonda?>> Una domanda che la dott.ssa indirizza maggiormente verso il mondo degli adulti in quanto a volte si sottovalutano le capacità dei più giovani non dandogli la possibilità di scegliere cosa piace fare veramente.

Noi adulti dobbiamo dare la possibilità loro di scoprire, la bellezza come armonia personale, il bello che c’e’ in ognuno di loro, scoprire la luce che riescono a emanare. Riuscire a tollerare anche le loro non risposte alle nostre domande.

Riuscire a guardarsi negli occhi e ringraziare il compagno per esserci, per alcuni è stato un punto di partenza da dove iniziare a scoprire che il mondo è bello oggi e se qualche volta ci si ferma non bisogna pensare che essere giovani e’ sinonimo di “sala di attesa” per chi aspetta il turno della propria ora. Bisogna “Abitare” oggi consapevoli di essere centrali nel cammino che ci proponiamo. Un abitare dinamico che profuma di futuro che salva dalla tentazione di farci prendere dallo sconforto nei momenti difficili. Il vostro presente e’ inserito in un progetto grande che Qualcuno ha pensato per voi.

Un grazie di cuore alla Dott.ssa Maria Russo per la disponibilità e la professionalità avuta nell’incontro certi che questa esperienza sia stata fondamentale per i giovani che hanno visto quanta pazienza occorre per costruire una relazione.

Durante l’anno associativo i giovanissimi svilupperanno i seguenti argomenti: Pazienza (tema di apertura), Fedeltà, Appartenenza e Gratuità.

“La Parola di Dio dice che i giovani vanno trattati <<come fratelli>> (1Tm 5,1) e raccomanda ai genitori:<<Non esasperate i vostri figli, perché non si scoraggino>> (Col 3,21). Un giovane non può essere scoraggiato, la sua caratteristica è sognare grandi cose, cercare orizzonti ampi, osare di più, aver voglia di conquistare il mondo, saper accettare proposte impegnative e voler dare il meglio di sé per costruire qualcosa di migliore. Per questo insisto con i giovani che non si lascino rubare la speranza e ad ognuno ripeto:<<Nessuno disprezzi la tua giovane età>> (1Tm 4,12). –

(Papa Francesco Es. ap. Christus Vivit, 1,18)

Mazara del Vallo,lì 18 novembre 2019

L’Addetto Stampa Parrocchiale

Alberto ALAGNA

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *