PARROCCHIA SACRO CUORE IN SANTA MARIA DI GESU’ MAZARA: A.C.G., C’è bisogno di rivoluzione. Anno associativo 2020-21

“Let’s start – C’è bisogno di rivoluzione”

Anche per i giovanissimi della parrocchia Sacro Cuore in Santa Maria di Gesù di Mazara del Vallo (TP) è arrivato il momento di ripartire con il nuovo anno associativo 2020-21 e lo hanno fatto, in modalità a distanza “on-line”, sabato 5 dicembre 2020.

“C’è bisogno di rivoluzione!”. È questo il pensiero che anima il percorso formativo per i giovanissimi per l’anno associativo 2020- 2021. Partendo dall’icona biblica dell’anno, Mc 10, 35-45, i giovanissimi saranno chiamati a seguire i passi di Giacomo e Giovanni ed essere così testimoni, nonché autori, di vere e proprie rivoluzioni.

È la rivoluzione, quindi, il tema centrale nel cammino dei giovanissimi: è una rivoluzione da attuare sia negli ambienti che si vivono quotidianamente, sia (e soprattutto) in se stessi e nel proprio essere, senza paura dei cambiamenti.

L’incontro e’ iniziato con i saluti della Vice presidente per il settore Giovani Ilenia Parrinello che ha illustrato il percorso formativo che quest’anno ci propone la guida dal titolo appunto “Moto di rivoluzione”. Un percorso strutturato in quattro moduli:

TENEREZZA – Meta: incoraggiare i giovanissimi a riscoprire il gusto di gesti teneri dando valore alla gentilezza; accompagnarli a vivere la rivoluzione del servizio: dallo straordinario all’ordinario.

LINGUAGGIO – Meta: invitare i giovanissimi a scegliere con cura i modi e i mezzi per attuare una rivoluzione della comunicazione; aiutarli a dare senso nuovo alle parole, per saper gestire i conflitti e poter costruire dialoghi.

AMICIZIA – Meta: accompagnare i giovanissimi a vivere l’amicizia come virtù da coltivare e il gruppo come occasione di libertà; aiutarli ad operare una rivoluzione delle relazioni: da un’amicizia esclusiva all’amicizia sociale.

PARTECIPAZIONE – Meta: risvegliare nei giovanissimi il coraggio di mettersi in gioco per essere autentici discepoli missionari; innescare la loro rivoluzione dell’impegno, perché facciano scelte orientate al bene comune.

Il percorso si concluderà con la programmazione del campo estivo 2021 che avrà come titolo: “Viva la libertà”. Si tratta di una libertà non limitata, né limitante: è quella libertà che non si esaurisce nell’essere se stessi, ma che è capace di avere effetti positivi anche sugli altri.

Gli educatori hanno incoraggiato i giovanissimi a vivere questo momento di isolamento forzato, imposto dall’emergenza sanitaria COVID-19, non come una privazione della libertà personale ma

come un momento di riflessione interiore, un momento di discernimento che possa essere proficuo per ognuno di loro. <<Guardate questo tempo come il tempo della possibilità di riscatto, una opportunità per sperimentare nuovi modi per tessere relazioni, un nuovo modo per farci sentire ancora più gruppo>>, – hanno detto rivolgendosi a loro – <<noi ci siamo insieme a voi in questo moto di rivoluzione.>> – così hanno concluso.

“La speranza è audace, sa guardare oltre la comodità personale, le piccole sicurezze e compensazioni che restringono l’orizzonte, per aprirsi a grandi ideali che rendono la vita più bella e dignitosa. Camminiamo nella speranza.”

(Papa Francesco, lett. enc. Fratelli Tutti cap. I n. 55)

 

Mazara del Vallo, lì 6 dicembre 2020

 

L’Addetto Stampa Parrocchiale

Alberto ALAGNA

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *