TAVOLA ROTONDA – “L’AZZARDO E’ ANCORA UN GIOCO?”

17310022_1840659352860065_9119954364166021760_o<<Non tutto quello che è legale, è giusto, e moralmente può essere condiviso>> con questa frase il Presidente dell’Azione Cattolica della Diocesi di Mazara Ing. Francesco CRINELLI ha aperto i lavori della Tavola Rotonda dal titolo “L’azzardo è ancora un gioco?”.

La Tavola Rotonda organizzata dal Settore Adulti dell’A.C. Diocesana si è tenuta sabato 11 marzo 2017 presso il Complesso Monumentale “San Pietro” di Marsala (TP). Il moderatore dell’incontro è stato Gino Gandolfo già Presidente Diocesano dell’A.C. di Trapani e Coordinatore Regionale della campagna di sensibilizzazione che l’Azione Cattolica sta appoggiando a livello nazionale “Mettiamoci in gioco”.

I lavori sono iniziati con l’intervento della D.ssa Laura Gandolfo dell’ufficio N.O.T. (Nucleo Operativo Tossicodipendenze) della Prefettura U.T.G. di Trapani che ha portato i saluti del prefetto S.E. Giuseppe Priolo non presente per sopravvenuti impegni istituzionali. <<Il gioco deve essere una gioia e deve allontanare dalle dipendenze>> dice la dott.ssa Gandolfo nel suo intervento e per questo dal 2013 e con cadenza mensile il proprio ufficio organizza un Tavolo Tecnico che affronta problema G.A.P. (Gioco d’Azzardo Patologico) in quanto vera e propria dipendenza. Continue reading

Tavola Rotonda “L’azzardo è ancora un gioco?”

Mazara del Vallo, 2 marzo 2017,

Il settore adulti dell’Azione Cattolica Diocesana ha organizzato sabato 11 marzo 2017 alle ore 16,30 presso il Complesso “San Pietro” a Marsala una Tavola Rotonda dal titolo “L’azzardo è ancora un gioco?

L’iniziativa si propone di sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sulle reali caratteristiche del gioco d’azzardo nel nostro paese e sulle sue conseguenze sociali, sanitarie ed economiche.

Questo dilagante e irrazionale affidarsi alla “dea fortuna” ogni giorno mette sul lastrico famiglie e riempie i centri di cura delle Asl, mentre si arricchiscono le multinazionali del gioco d’azzardo e si crea terreno fertile per l’azione della criminalità organizzata.

È tempo di una riflessione che possa suggerire a chi è più fragile che ci sono ben altre opportunità per vincere la partita della fatica, della solitudine, della fragilità economica o esistenziale che sia.

Si può “giocare” la propria vita su ben altri campi e non su un tavolo verde virtuale o davanti ad una macchinetta bugiarda.

Sul piano educativo occorre poi aiutare tutti, e certo i più giovani, all’uso corretto del denaro; ad una maggiore autonomia critica, alla rinuncia, a quelle scelte di sobrietà di vita quotidiana, a quelle scelte essenziali che possono permettere a ciascuno di superare gli ostacoli della vita. Occorre aiutare l’uomo a riprendere se stesso, a trovare la felicità non nell’apparenza o nella ricchezza facile inseguita ( e irraggiungibile) del gioco, ma nella forza interiore che dà senso alla vita. Occorre stare vicino a chi è più fragile, più vulnerabile: stare vicino a chi vuol riprendere in mano la propria esistenza.

Vi invitiamo pertanto a partecipare a questo momento di riflessione e confronto e vi chiediamo la massima diffusione.

Certi di una vostra partecipazione e collaborazione, cordiali saluti.

La VicePresidenza Diocesana dell’Azione Cattolica

Piero Fina  –  Enza Luppino

locandina

 

Pellegrinaggio giubilare Azione Cattolica Mazara

apertura_porta_santa1-998x431Carissimi,

vi raggiungiamo dopo l’estate per iniziare un nuovo anno, che sarà fortemente caratterizzato dal cammino assembleare, il lungo percorso che porterà al rinnovo delle cariche associative.

Nonostante tutto la vita della nostra associazione prosegue normalmente nell’ordinarietà che ci contraddistingue, con una serie di attività programmate e che trovate in allegato alla presente comunicazione.

Come certamente saprete, a novembre si chiuderà l’Anno Giubilare della Misericordia, fortemente voluto da Papa Francesco, e che ha visto l’apertura di Porte Sante in tutte le diocesi del mondo.

Accogliendo l’invito del nostro Vescovo, come Azione Cattolica Diocesana ci recheremo in pellegrinaggio presso la Cattedrale di Mazara del Vallo e tutti insieme varcheremo la Porta Santa.

Tale appuntamento avrà luogo domenica 25 settembre, con raduno presso la chiesa di San Vito in Urbe alle ore 19.00, trasferimento in pellegrinaggio in Cattedrale e Celebrazione Eucaristica alle ore 20.00.

L’altro appuntamento di inizio anno che vi proponiamo è l’Assemblea Diocesana, che avrà luogo domenica 09 ottobre a Partanna, dalle ore 16.00 alle ore 19.00 presso i locali della canonica della Chiesa Madre, in Via del Popolo.

Sarà l’occasione per fare il punto sulla vita delle associazioni parrocchiali e diocesana, confrontarci in vista delle assemblee elettive e presentare il tema del nuovo anno.

Alla luce dei numerosi impegni derivanti dallo svolgimento del cammino assembleare, il Consiglio Diocesano ha optato per una programmazione più leggera, proprio per non gravare troppo sui responsabili e sugli educatori che svolgono servizio in parrocchia.

Tuttavia sottolineiamo che la scelta di quest’anno vuole portare ad una maggiore partecipazione di tutti agli eventi della vita diocesana della nostra Chiesa di Mazara e dell’associazione.

In alleggato trovererte il Calendario Associativo 2016-2017

Pertanto vi chiediamo fin da ora di dare il massimo risalto a queste due iniziative (Pellegrinaggio Giubilare e Assemblea di inizio anno) presso tutti i soci, i simpatizzanti, gli amici, le famiglie dei ragazzi dell’ACR e chiunque altro voi riteniate opportuno.

Vi ricordiamo infine che in Assemblea Diocesana sarà possibile ritirare i testi del nuovo anno associativo, quindi affinché ciò sia possibile e per evitare disguidi, vi chiediamo di effettuare per tempo gli ordini chiedendo a Marianna oppure ad Angelina.

Augurandoci di incontrarvi presto, vi salutiamo con un fraterno abbraccio.

«Abbiamo sempre bisogno di contemplare il mistero della misericordia. È fonte di gioia, di serenità e di pace. È condizione della nostra salvezza. Misericordia: è la parola che rivela il mistero della SS. Trinità. Misericordia: è l’atto ultimo e supremo con il quale Dio ci viene incontro. Misericordia: è la legge fondamentale che abita nel cuore di ogni persona quando guarda con occhi sinceri il fratello che incontra nel cammino della vita. Misericordia: è la via che unisce Dio e l’uomo, perché apre il cuore alla speranza di essere amati per sempre nonostante il limite del nostro peccato. Dinanzi alla gravità del peccato, Dio risponde con la pienezza del perdono. La misericordia sarà sempre più grande di ogni peccato, e nessuno può porre un limite all’amore di Dio che perdona» (Misericordiae Vultus, nn. 2; 3).

Francesco Crinelli (Presidente Diocesano), don Giuseppe Biondo (Assistente Diocesano Unitario)

Anche Mazara prega #unminutoperlapace

COLLAGE PACE HD

Anche quest’anno, nel secondo anniversario dello storico incontro tra Papa Francesco e i Presidenti di Israele e Palestina, tenutosi in Vaticano, il FIAC (Forum Internazionale di Azione Cattolica) ha riproposto l’iniziativa “Un minuto per la pace”. In occasione di questa, è stato chiesto agli aderenti dell’associazione di tutto il mondo e a quanti avessero voluto unirsi alla preghiera per la pace, di fermarsi per un minuto di raccoglimento alle ore 13 di mercoledì 8 giugno. Un solo minuto, nulla di più. Un gesto semplice, breve, ma al tempo stesso intenso; dedicare un minuto della nostra giornata per una preghiera per la pace e per le vittime dei conflitti. Un minuto di preghiera che non si è rivolto ad un solo “credo”, ma che ha riunito, in un solo minuto, nazionalità e religioni diverse per un obiettivo comune: la pace!

ITALIA – ROMA
Presiede S.E. Mons. Rino FISICHELLA
 PARAGUAY – Diócesis de San Lorenzo COLOMBIA – AC Medellin
8giugno2016_ROMA_2 Acción-Católica-del-Paraguay-Diócesis-de-San-Lorenzo-24 Medellin-UMPP2016

 

Effondi sui governanti di tutte le nazioni lo Spirito dell’unità e della concordia, dell’amore e della pace, perchè giunga presto a tutti i confini l’atteso annuncio: è finita la guerra! E, ridotto al silenzio il fragore delle armi, risuonino in tutta la terra canti di freternità e di pace – San Giovanni Paolo II

Teresa Borrelli, responsabile di Azione Cattolica ragazzi al microfono di Francesca Sabatinelli:

 

3

Dalle Isole Tonga al nord del Kenya, dalla Palestina al Burundi Anche l’Azione Cattolica di Mazara, ha aderito a questa iniziativa, coinvolgendo un gran numero di cittadini della diocesi, dai più piccoli ai più grandi.

“Costruire la pace è difficile, ma vivere senza pace è un tormento” – Papa Francesco

Ricorda che la pace aspetta anche te!!

 

Maria Chiara Parisi e Mario Li Vigni del Settore Givani