ACR – 1° INCONTRO DI FORMAZIONE EDUCATORI ON-LINE ANNO 2020-21

A.C.R. – INCONTRO DI FORMAZIONE EDUCATORI ON-LINE

“Ripartiamo con coraggio e speranza”

Si è svolto domenica 15 novembre 2020, in modalità a distanza, il 1° Incontro di formazione educatori della diocesi di Mazara del Vallo (TP) per l’anno Associativo 2020-21.

L’evento è stato organizzato dall’equipe A.C.R. diocesana, coordinata dalla Responsabile A.C.R. diocesana Giacoma FAZIO, per sostenere gli educatori parrocchiali in questo momento d’incertezze e preoccupazioni procurate dall’emergenza sanitaria in atto.

L’incontro è iniziato con un momento di preghiera condotto dall’assistente diocesano A.C.R. Don Nicola Patti che invita i vari gruppi parrocchiali a seguire con fantasia ciò che lo Spirito Santo ci ha donato. <<Ognuno di noi ha ricevuto dei talenti e non deve avere paura di metterli in gioco per prendere nuove strade, nuovi percorsi dettati dalla situazione attuale. Sapremo fare frutti, sfruttando il digitale per essere vicini ai ragazzi, senza aver paura di mettere in gioco le nostre vite. >> conclude don Nicola.

Prendendo spunto dal libro Biblico di Qoelet 3,1–11 la formazione, condotta da Chiara SUTERA Responsabile A.C.R. della Parrocchia S. Anna di Marsala nonché membro del gruppo redazionale stesura guide A.C.R. dell’Associazione nazionale, è iniziata con la seguente domanda: “Che tempi stiamo vivendo?”

In questo tempo di sicuro non possiamo trovare una ragione a quello che ci sta succedendo, ma di sicuro possiamo attendere e vivere questo tempo come un’opportunità. Dobbiamo inventarci un altro modo per essere educatori che sia al passo con questo tempo. E allora: “Qual è il nostro tempo?”

Il nostro è un tempo in cui siamo chiamati o richiamati a riscoprire la nostra vocazione al servizio educativo. Questo tempo sembra che ci impedisca di fare A.C. ma è proprio questo tempo, questo contesto stesso che ci chiede ancora di più di essere e di fare A.C.

In questo tempo siamo e dobbiamo essere distanziati, ma questo non ci impedisce e non può impedirci di essere prossimi. Serve la creatività per raggiungere la prossimità.

Questo è un tempo d’incertezza e precarietà, difficoltà, è un tempo di crescita, un tempo in cui possiamo e dobbiamo essere migliori e rinnovati. E’ tempo di vivere la chiesa in uscita, di rivivere la celebrazione con il tesoro prezioso della Fede, perché abbiamo già provato il dolore della distanza dall’Eucarestia.

Questo è il tempo in cui il valore del nostro servizio è più che mai autentico perché ogni tempo speso è un tempo donato gratuitamente.

E allora altra domanda: “Come deve essere un educatore A.C. ai tempi del COVID?”

Prendendo come riferimento le 5 W del giornalismo, CHI-COSA-COME-QUANDO-PERCHE’ un educatore ai tempi del COVID deve essere:

  • CHI: un giovane o adulto, cristiano, aderente che con audacia, coraggio e creatività decide di donarsi ….a fondo perduto;
  • COSA: non può rassegnarsi all’idea di non fare nulla ma s’impegna a trovare nuove idee;
  • COME: è una sfida, facciamolo senza perdere di vista l’identità associativa che da più di 150 anni ci caratterizza, stravolgiamo le guide lasciando il contenuto e mettendo in pratica la nostra creatività;
  • QUANDO: sempre, ma utilizzando le risorse che la tecnologia ci mette a disposizione;
  • PERCHE’: ogni educatore ha un suo perché ma quello che ci lega tutti è l’urgenza di aiutare i bambini/ragazzi/giovani/adulti/adultissimi a non rilegare la Fede tra quelle cose che in questo tempo non si possono fare.

Non ci possiamo permettere di sotterrare le nostre idee, la nostra creatività come ha fatto il servo della parabola dei talenti (Mt. 25, 14-30) ma li dobbiamo fare fruttare rispettando le regole che l’attuale pandemia ci ha imposto; non possiamo privare i nostri ragazzi con l’incontro con Gesù, il Signore ci chiede di investire.

Domanda finale: “Quest’anno servo anch’io?” Risposta: sì, quest’anno servo a fare qualcosa che sia diverso da quello che ho fatto negli anni scorsi ma sempre “vicino” ai ragazzi.

In conclusione la presidente dell’A.C. diocesana Enza LUPPINO, condividendo le preoccupazioni di ognuno, ha esortato tutti gli educatori a mettere in atto i talenti che ci sono stati donati mettendoli a disposizione dei ragazzi e delle loro famiglie. La responsabile A.C.R. diocesana Giacoma FAZIO ha ringraziato tutti per la partecipazione a questo nuovo modo di fare formazione ribadendo che malgrado tutto ci siamo, nonostante tutto ci proviamo, consapevoli che Dio vuole che noi ci siamo.

“E’ bene non fare del male ma è male non fare del bene. Va il Signore non ti lascerà solo”

(Papa Francesco Anno Missionario 1/10/2019)

Mazara del Vallo lì, 16 novembre 2020

XVII ASSEMBLEA ELETTIVA DIOCESANA -Triennio 2020-22

Eletto il Nuovo Consiglio Diocesano di Azione Cattolica – Triennio 2020-22”

 Si è celebrata domenica 9 febbraio 2020 presso l’aula Magna del Seminario Vescovile di Mazara del Vallo (TP) la XVII Assemblea Elettiva Diocesana per il rinnovo del Consiglio Diocesano dell’Azione Cattolica Diocesi di Mazara per il triennio 2020 – 22.

L’Assemblea è iniziata alle ore 16.00 con un momento di preghiera officiato dal Vicario Generale Don Vincenzo Greco, dall’Assistente Unitario Don Pino Biondo, dall’Assistente per il settore Giovani Don Marco Laudicina e dall’Assistente A.C.R. Don Nicola Patti. Un momento che ha voluto rilevare l’importanza dell’Associazione Diocesana presentandola con la sua “Carta d’Identità – Chi sono io?” in relazione allo Statuto Nazionale di AC, la carta d’identità dell’associazione e alla Costituzione della Repubblica Italiana, la carta d’identità della nostra convivenza civile.

Don Vincenzo Greco, portando i saluti del Vescovo S.E. Mons. Domenico MOGAVERO che per impegni ecclesiali già programmati non è potuto essere presente, nel suo intervento finale ha augurato all’AC di “fare nuova l’Associazione” con gioia e serenità. <<Bisogna essere presenti nella storia per glorificare Dio, – aggiunge, – con Amore, Carità e Misericordia e purificando le intenzioni delle nostre azioni in modo da non creare divisioni e ostilità nei vari gruppi di cui facciamo parte>>.

In seguito la Presidente Uscente Enza Luppino ha letto il messaggio di augurio pervenuto dalla Delegazione Regionale: <<Siamo chiamati a vivere questo momento non come l’affermazione di qualcosa o qualcuno, ma con la consapevolezza di contribuire alla realizzazione del Regno di Dio, ognuno con le proprie capacità. Capacità che non sono solo frutto del nostro impegno e delle nostre fatiche, ma sono, soprattutto, dono generoso del Signore, non perché li abbiamo meritati o ne siamo degni ma solo perché siamo figli amati da Lui>>.

Subito dopo, la Presidente, ha presentato la Relazione di fine Triennio di tutti i Settori dell’AC, Adulti, Giovani – MSAC e Ragazzi.

<<L’assemblea elettiva è, per noi di Azione Cattolica, una festa, un tempo di grazia, in cui tutti siamo chiamati a partecipare in maniera democratica attraverso il voto, a eleggere coloro che per il prossimo triennio porteranno in prima persona la responsabilità della vita dell’associazione. Valorizzare la dimensione democratica in un tempo in cui sembra trionfare la logica dell’Io rispetto a quella del Noi, significa continuare a credere fermamente nell’importanza del confronto, della partecipazione, della corresponsabilità, valori fondamentali che hanno sempre inciso in modo significativo nella vita dell’AC.

Mi sembra doveroso ripercorrere insieme a voi il cammino fatto in questi tre anni. Un cammino che ho condiviso con Francesco Crinelli e con tutto il Consiglio Diocesano e che ringrazio dal profondo del mio cuore per essermi stati accanto. Un cammino che ci ha messo più volte in discussione su molte cose facendoci riflettere sulla strada da percorrere per comunicare in modo più efficace con le persone ed essere presenti tra la gente. Se oggi a volte troviamo difficoltà a testimoniare il nostro essere di Cristo, non dobbiamo scoraggiarci, ma riprendere entusiasmo con la consapevolezza che l’AC, come diceva Papa Paolo VI, “è una singolare forma di ministerialità laicale, da promuovere con convinzione”.  Un ringraziamento particolare, va al nostro Vescovo Domenico Mogavero per avermi nominata Presidente Diocesana di AC e avere avuto tanta fiducia in me>>.

Alla fine si sono svolte le operazioni di voto per eleggere i nuovi Consiglieri che rappresenteranno l’AC Diocesana per il prossimo triennio 2020-22. Sono stati eletti:

Settore Adulti: Luppino Enza, Caracci Maria, Fimetta Piera, Colicchia Vincenzo, Gianquinto Salvatore, Sturiano Donatella.

Settore Giovani: Colicchia Michele, Maria Chiara Parisi, Pantano Gabriella, Federico Chiara.

Azione Cattolica dei Ragazzi: Fazio Giacoma, Alagna Alberto, Vivona Antonietta, Caterina Fortunato, Giacalone Rossella.

Ai sopra citati Consiglieri, si aggiungono le due Segretarie del MSAC (Movimento Studenti) elette al 3° Congresso: Martorana Giulia e Caruso Sofia.

Alle ore 19.00 l’Assemblea è stata sciolta. Il nuovo Consiglio si riunirà in prima seduta entro dieci giorni dalla sua proclamazione per scegliere la terna di nomi da proporre al Vescovo per la nomina del nuovo Presidente Diocesano.

<<Siamo chiamati tutti a cercare la verità è il bene costruendo insieme una società più giusta e inclusiva, un mondo più ospitale, relazioni autentiche, una chiesa in uscita e in ascolto, capace di richiamare le istituzioni alla cura del bene comune. L’AC di Mazara del Vallo accoglie questa missione che ha bisogno di preghiera, formazione e impegno e si riconosce come soggetto attivo capace di vivere il presente con lo sguardo fiducioso al futuro, in grado già oggi di costruire un fine, cioè quello di una vita bella, buona, giusta. Un cammino quotidiano che non può essere però individualista, ma deve essere vissuto con gli altri, in atteggiamento di amore misericordioso, con la passione di uomini e donne che, nel quotidiano, siamo capaci di costruire ed elevare con gesti, parole e azioni la cultura di pace e di tolleranza in un’autentica dimensione popolare>>. (Conclusioni Documento Assembleare)

 Mazara del Vallo, lì 10 febbraio 2020

 L’addetto stampa AC Diocesana

Alberto ALAGNA

Foto di gruppo Nuovo Consiglio Diocesano Triennio 2020-22;

PARROCCHIA SACRO CUORE IN SANTA MARIA DI GESU’ MAZARA: Festa della Pace 2020, Alleanza di Pace e Giustizia –

“FESTA DELLA PACE 2020 – ALLEANZA DI PACE E GIUSTIZIA”

Si è celebrata sabato 25 gennaio 2020 nella Parrocchia Sacro Cuore In Santa Maria di Gesù di Mazara del Vallo la Festa della Pace 2020 dell’Azione Cattolica Italiana.

Dal titolo “Piazza la Pace” quest’anno l’Azione Cattolica sceglie di vivere il mese di Gennaio invitando tutta l’Associazione e le comunità parrocchiali a riflettere sul tema del cammino associativo dei ragazzi: “E’ la città giusta”.

La Festa è iniziata con l’introduzione da parte di Don Giuseppe LUPO del brano del Vangelo di Lc, 10,25-37 seguita da una riflessione sul verbo “abitare” che quest’anno accompagna l’AC nel cammino associativo e concludendo con la preghiera di S. Francesco “Laudato sì”.

In seguito il Presidente parrocchiale e la Responsabile ACR hanno presentato il programma della Festa e i 4 obiettivi che Papa Francesco identifica per il futuro della nostra chiesa:

  • Scoprire una nuova passione educativa;
  • Costruire un’ampia alleanza educativa;
  • Costruire un villaggio dell’educazione;
  • Costruire un’alleanza generatrice di pace e giustizia.

E’ proprio sull’ultimo punto che l’Azione Cattolica parrocchiale ha voluto incentrare la propria festa, un’alleanza di pace e giustizia, invitando a partecipare all’evento i rappresentanti delle Istituzioni locali: per il Comune il Primo Cittadino Dott. Salvatore QUINCI e per il Commissariato di P.S. il Sovrintendente Piero GULLI capo della Squadra Volante.

Gli ospiti, ognuno per i propri compiti al servizio della cittadinanza, hanno spiegato ai ragazzi cosa fanno per far sì che Mazara sia una “Città giusta”. A seguire numerose sono state le domande fatte dai ragazzi: dalla sicurezza personale al bullismo nelle scuole, dalla pulizia delle strade al risparmio energetico, dalle soddisfazioni personali alle paure, dai progetti fatti a quelli da realizzare per i giovani.

Le risposte, molte esaustive, hanno portato tutti a una convinzione unanime: <<per poter realizzare una Città Giusta che sia generatrice di pace e giustizia occorre la collaborazione di tutti, Istituzioni e cittadinanza; una mano da sola può fare poco ma tante mani insieme, come quelle presenti ieri all’evento, possono realizzare tante cose per il bene comune di tutti noi>>.

La festa è terminata con un momento di condivisione fraterna offerta dai genitori dei ragazzi e con la partecipazione alla Celebrazione Eucaristica per la Pace.

L’Azione Cattolica Parrocchiale e il Parroco Don Giuseppe LUPO ringraziano vivamente il Sindaco Dott. Salvatore QUINCI e il Sovrintendente Piero GULLI per aver accolto il nostro invito e per il contributo che hanno dato alla nostra Festa della Pace.

Concludo con i 3 passi importanti che Papa Francesco ci suggerisce per arrivare a raggiungere gli obiettivi prefissati:

  • Avere il coraggio di mettere al centro la persona;
  • Avere il coraggio di investire le migliori energie con creatività e responsabilità;
  • Avere il coraggio di formare persone disponibili a mettersi al servizio della comunità.

<< Cerchiamo insieme di trovare soluzioni, avviare processi di trasformazione senza paura e guardare al futuro con speranza. Invito ciascuno ad essere protagonista di quest’alleanza, facendosi carico di un impegno personale e comunitario per coltivare insieme il sogno di un umanesimo solidale, rispondente alle attese dell’uomo e al disegno di Dio>>.   (Papa Francesco)

 

Mazara del Vallo, lì 26 gennaio 2020

 

L’addetto stampa AC parrocchiale

Alberto ALAGNA

 

 

PARROCCHIA SACRO CUORE IN SANTA MARIA DI GESU’ MAZARA: FESTA DELLA PACE 2020

“FESTA DELLA PACE 2020 – PIAZZA LA PACE”

Sarà celebrata sabato 25 gennaio 2020 presso la Parrocchia Sacro Cuore In Santa Maria di Gesù’ di Mazara del Vallo la Festa della Pace 2020 dell’Azione Cattolica Italiana.

Dal titolo “Piazza la Pace” quest’anno l’Azione Cattolica sceglie di vivere il mese di Gennaio invitando tutta l’Associazione e le comunità parrocchiali a riflettere sul tema del cammino associativo dei ragazzi: “E’ la città giusta”.

L’associazione intende piazzare la “Pace” in una città giusta dove ciascuno può concorrere a raggiungere, accrescere e custodire il bene comune. Prima ancora che dal riconoscimento giuridico, la cittadinanza scaturisce, infatti, dall’essere e dal sentirsi parte di una trama di relazioni che ha come fine il bene di tutti gli uomini.

Per concorrere al bene di tutti gli uomini l’Azione Cattolica Italiana di conto suo con l’iniziativa di pace 2020 “Piazza la Pace” ha scelto di aderire a due progetti, entrambi volti a supportare persone e famiglie in difficoltà a causa di contesti sociali ed economici caratterizzati da grande povertà e fortissime difficoltà sociali. Gli aiuti raccolti saranno destinati a due associazioni che operano una in Pakistan e l’altra in Africa, luoghi nei quali spesso la garanzia di livelli anche minimi di sussistenza economica, istruzione, tutela dei diritti è pregiudicata da condizioni economiche e sociali difficilissime.

Alla festa sono stati invitati il Sindaco e il Commissario di P.S. di Mazara del Vallo che risponderanno ad alcune domande preparate dai ragazzi.

Forza ragazzi vi aspettiamo sabato pomeriggio per “Piazza_re la Pace”.

Di seguito il programma della Festa:

  • Ore 16.00 –  Accoglienza
  • Ore 16.15 –  Saluti del Presidente Parrocchiale e presentazione festa
  • Ore 16.30 –  Intervento Parroco Don Giuseppe LUPO
  • Ore 16.45 – Intervento Sindaco
  • Ore 17.00 – Intervento Commissario
  • Ore 17.15 – Dibattito
  • Ore 17.30 – Presentazione Iniziativa di Pace 2020
  • Ore 17.45 – Conclusione e rinfresco

Mazara del Vallo, lì 23 gennaio 2020

Piazza la Pace

L’addetto stampa AC parrocchiale

Alberto ALAGNA

PARROCCHIA SACRO CUORE IN SANTA MARIA DI GESU’ MAZARA: A.C.R. – Incontro di apertura anno 2019-20

A.C.R. – “E’ la città giusta” – Incontro di apertura anno 2019-20

Iniziano le attività dei ragazzi dell’Azione Cattolica della Parrocchia Sacro Cuore in Santa Maria di Gesù di Mazara del Vallo (TP). Sabato 9 novembre 2019 alle ore 16.00 tutti i gruppi hanno iniziato a “abitare” nella “città giusta” per dirigersi verso il nuovo cammino associativo 2019-20.

Accolti in parrocchia dal gruppo educatori e dal parroco don Giuseppe LUPO, i ragazzi hanno potuto ascoltare il brano biblico Mt. 25, 21-46 che accompagnerà il percorso educativo dei ragazzi nel ricevere, durante il prossimo anno per alcuni e in seguito per gli altri, i sacramenti dell’iniziazione cristiana. Continue reading